Vai al contenuto

Tipografia: fallo nero!

aprile 2, 2012

Facciamoci una domanda: perché la maggior parte dei titoli nei quali ci imbattiamo sono in nero?

La ragione principale è la leggibilità. Proviamo però a vedere se ci sono possibilità alternative all’usurato nero su bianco.

Ma bianco su nero?
Ovviamente il testo nero su bianco offre una leggibilità maggiore rispetto allo stesso testo in negativo, bisogna però da tenere in considerazione il fatto che un testo in bianco su fondo nero offra al designer un alto livello di impatto visivo.
Un testo bianco su fondo nero è una trovata visiva molto forte, ma è necessario seguire alcune regole per non inficiare i risultati.
Occhio alla grandezza! Non impiegate caratteri troppo piccoli: risulterebbero un illeggibile massa bianchiccia su un fondo scuro. Questo naturalmente è vero per la stampa tipografica, dove l’inchiostro nero tende a chiudersi e a mangiarsi grazie troppo piccole.

La leggibilità dei caratteri è da decenni oggetto di studi molto precisi – ma spesso il buon senso ne sintetizza i risultati,
Uno dei risultati di questi studi riporta che “larghe porzioni di testo bianco su nero perdono più del 50% della propria leggibilità”, ciò è dato dal fatto che i nostri occhi soffrono molto a soffermarsi su testi in negativo, più di quanto non accada con testi in nero su bianco.

Il suggerimento aureo è dunque scegliere con cura il tipo di carattere da usare e la lunghezza del testo. Preferite caratteri sans serif a caratteri aggraziati e se proprio non vi è possibile, aumentate il corpo del carattere.

Altri colori?
Attenzione a copy in altri colori su fondo nero, la loro leggibilità è davvero bassa,
No al maestà su nero! No al blu su nero! Cyan e giallo possono funzionare, ma con grandissime precauzioni. IN OGNI CASO, SE IL CONTENUTO È FONDAMENTALE , EVITATE DI USARE TESTI COLORATI SU FONDO BIANCO.

Attenzione alla stampa
Ho un amico – una sorta di genio dell’informatica – che seguitava a ripetere “è davvero un miracolo che si riesca a stampare”. Non posso dargli torto, più o meno è così: la stampa, nonostante la tecnologia abbia fatto di tutto per ricondurla ad un procedimento riproducibile, ha ancora una eroe di aspetti che hanno del miracoloso.
Sfortunatamente tutti questi aspetti giocano contro l’impiego di testi colorati su fondi scuri.
Testi colorati in caratteri aggraziati e piccoli pongono seri problemi di registro quando si stampa in off set, nonostante tutti gli aiuti tecnologici a disposizione.
Tenetene conto quando scegliete font e dimensioni del font e quando decidete colore e fondo.
Non lasciatevi ingannare dal fatto che sul vostro monitor si vede bene, la stampa è tutto un altro mondo. Se del testo e del fondo sono imprescindibili, prendete seriamente in considerazione l’utilizzo di un quinto colore, da stampare al 100% della sua forza, risulterà preciso e privo di problemi di registro, aumentando così la sua leggibilità.

Ma il testo e il suo colore non hanno soltanto a che fare con la leggibilità, spesso hanno più che fare con stile, regole di marketing e di comunicazione. Di questo torneremo ad occuparcene di sicuro con altri post, la materia è vasta e complessa.

From → Tipografia

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: